Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi, per maggiori informazioni clicca sul bottone "Maggiori Informazioni". Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. Maggiori informazioni

Nuova gamma Sherpa 2021 ad elevata efficienza ed affidabilità

5 nuovi modelli di pompe di calore split aria-acqua, con tecnologia inverter e taglie da 4 a 18 kW di potenza, per rispondere in maniera efficiente ed affidabile a chi chiede il massimo dal proprio progetto, ovunque esso sia.



Nel panorama dei generatori di calore di nuova generazione, Olimpia Splendid rappresenta – da tempo – un marchio italiano d’eccellenza di pompe di calore tailor-made, che racchiudono una tecnologia innovativa ed esclusiva, assemblata con una cura quasi sartoriale nel padiglione produttivo di Cellatica (BS). Forte di questo posizionamento, il 2021 si apre con una gamma completamente rinnovata, attraverso l’introduzione dell’R32, il raggiungimento della A+++ e lo studio di configurazioni specifiche per ogni clima, che ne aumentano l’affidabilità.

Le caratteristiche della nuova gamma Sherpa 2021
Le nuove Sherpa si distinguono anzitutto per l’elevata efficienza e il basso GWP: due driver sempre più importanti nello sviluppo prodotti dell’azienda, che sta orientando la propria produzione verso soluzioni in grado di portare in casa un nuovo comfort, più sostenibile per l'uomo e per l'ambiente. In zone con clima medio, in fase di riscaldamento, le pompe di calore di Olimpia Splendid arrivano fino alla classe energetica A+++ (35°C) e A++ (55°C). Inoltre, nelle taglie da 4 a 10 kW (esclusa Sherpa Cold), è stato introdotto nel circuito reversibile dedicato alla climatizzazione un refrigerante (R32) più efficiente e con un GWP ridotto di quasi il 70% rispetto al gas precedentemente utilizzato (R410A)
 
Particolare attenzione merita anche il tema dell’affidabilità, in ogni condizione climatica. Uno studio comparativo, commissionato lo scorso anno da Olimpia Splendid al Presidente AiCARR Ing. Busato, ha evidenziato come i diversi climi europei determinino una differente distribuzione del carico termico e frigorifero all’interno degli edifici e un conseguente specifico comportamento delle pompe di calore. Per ottimizzare l’efficienza e le potenze rese in funzione delle differenti temperature esterne, la nuova gamma Sherpa offre la possibilità di scegliere tra differenti configurazioni, appositamente studiate per i climi europei di riferimento. Ne è un esempio la nuova Sherpa Cold: una pompa di calore progettata per i climi freddi, con cicli di sbrinamento ottimizzati per garantire elevate prestazioni anche con temperature esterne rigide, ampi limiti operativi (può funzionare fino a temperature dell'aria esterna di -32°C e +48°C) e compressori scroll inverter ad iniezione di vapore che migliorano le prestazioni in applicazioni con bassa temperatura. Il nuovo approccio europeo all'offerta di pompe di calore rispecchia la volontà di Olimpia Splendid di posizionarsi sempre più come un brand internazionale, con offerte specifiche per ciascun mercato di riferimento.
 
La tecnologia brevettata Aquadue
Le pompe di calore di Olimpia Splendid si distinguono, infine, per la tecnologia brevettata Aquadue, che ritroviamo anche nella nuova gamma 2021. Il doppio ciclo frigorifero interconnesso, presente nei modelli Sherpa Aquadue S2 e Sherpa Aquadue Tower S2, offre 3 vantaggi esclusivi rispetto ad ogni altra offerta sul mercato:

 
  • il riscaldamento e il raffrescamento sono indipendenti dalla produzione di ACS, consentendone il funzionamento in parallelo ed evitando interruzioni nell’erogazione del comfort domestico. 
  • la produzione di ACS ad elevata temperatura (fino a 75°C) è indipendente dalle condizioni climatiche esterne. In questo modo è possibile ridurre il volume del bollitore fino al 30% ed evitare i cicli anti-legionella altamente energivori (normalmente effettuati con l’impiego di resistenze elettriche).
  • in edifici ad elevata classe energetica, il raggiungimento delle quote di copertura da energia rinnovabile (D. Lgs. 28/2011) è possibile senza l’installazione di ulteriori dispositivi, grazie all’efficiente gestione del calore.