Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi, per maggiori informazioni clicca sul bottone "Maggiori Informazioni". Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. Maggiori informazioni

#COMFORT@HOME: I consigli di Ercoli+Garlandini per una cameretta confortevole

Come migliorare il benessere dei bambini?


Trascorriamo fino al 90% della giornata all’interno di spazi chiusi che, inevitabilmente, influenzano la nostra salute ed il nostro stato di benessere. Una buona qualità dell’aria indoor e il giusto microclima sono dunque aspetti di primaria importanza nella costruzione di una casa sana e sicura, insieme a luci, arredi e materiali che contribuiscono a definire il comfort complessivo di ogni ambiente.

Ciò è ancora più vero quando si parla di bambini: un buon sonno, la giusta concentrazione e un sano divertimento sono strettamente correlati alla qualità degli spazi in cui vivono la quotidianità. In questo senso, la cameretta ricopre un ruolo cruciale: è il micro-mondo in cui sognano, studiano, giocano e a cui i genitori dedicano più attenzione ed energia. Le soluzioni per purificare l’aria e assicurare alla cameretta il giusto grado di umidità sono numerose ed efficaci (ne parliamo qui https://www.olimpiasplendid.it/qualita-dellaria-indoor).

Per andare oltre e capire come scegliere anche gli arredi, i colori e i materiali più giusti per una cameretta confortevole abbiamo chiesto ai designer Sebastiano Ercoli e Alessandro Garlandini, già firma di numerosi prodotti Olimpia Splendid, di guidarci nel progetto.
 

Con loro siamo partiti analizzando le soluzioni più comuni. “Spesso si ricorre a camerette complete con tutto l'arredo abbinato, tipicamente rosa per la bambina e azzurro per il maschietto. Niente di più sbagliato, il neonato diventerà presto adolescente e si ritroverà all'interno di una camera da bambino piccolo che gli starà stretta.” Come riuscire, quindi, a creare una cameretta capace di adattarsi alle diverse esigenze della crescita? “Meglio costruire la cameretta poco alla volta, cercando di contenere il numero di mobili per lasciare più spazio per il gioco. Anche il colore va dosato con cura, su una parete soltanto o su qualche dettaglio, lasciando il resto bianco. Esistono carte da parati meravigliose, ma non esagerate; la cameretta si riempirà di giocattoli, peluche e libri, creando un disordine visivo incredibile. Anche qualche maxi-adesivo può rendere l'ambiente vivace e, per chi ha talento artistico, consigliamo di disegnarlo e stamparlo, coinvolgendo i figli. Per l'arredo preferiamo legno naturale chiaro (betulla) o laccato bianco. Ultimo suggerimento: una piccola superficie dipinta con vernice lavagna su cui i bambini possano scatenare la creatività, lasciando intonse le altre pareti.”